Regolamento

 

 

 

 

ENERGIA

Tutto inizia con la Mitologia umana, orchi, sirene, tritoni, creature fantastiche come i draghi... solo viaggiatori di altri mondi, che usavano portali o arrivate per caso, quando l'energia ancora era in embrione, esseri visti con occhi antichi che li hanno elevati a divini e sovrannaturali. Il cosmo stesso da le risposte, poi le creature terrestri, coi metaumani un tempo rari e poi sempre più comuni, la loro natura influenzata dall'Energia e più questa è potente più la variabilità del genoma diventa viva, particolare, si evolve.. Evoluzione l'energia è assoluta evoluzione.

Fornisce un combustibile duraturo e universale, che permette alla tecnologia un balzo evoluzionistico, ma permette anche d'essere dominata, l'energia unisce tutti i pianeti dove è presente sia come seme che germogliata. Viaggiare tra fratture è possibile ma casuale, le fratture divorano chi cade in loro, ne cancellano la memoria, trasferendolo poi in un altro mondo. Eccoli i Viaggiatori i Transponder dei mondi, come lo sono gli Indesiderati, creature di altri mondi che cadono nelle fratture per caso e vengono catapultate nel nostro quando il flusso di energia è al suo culmine, mantenendo in stasi coloro che finiscono immersi finchè il trasferimento non si attiva in autonomia, incontrollato, naturale. Ma Si può controllare ed ecco la nascita dei Jumpspace e portali, che permettono di utilizzare l’energia, simulare l’attivazione delle fratture in modo controllato, con navi o tute che schermano e proteggono durante il salto per mantenere intatta la memoria, saltando così da un pianeta all’altro.

OVUNQUE - COLLEGAMENTI NELL'UNIVERSO

Quando si dice che l'energia è ovunque è ovunque, seppur la concentrazione sia al massimo nelle fratture, ciò non significa che piccole quantità non siano disperse come particelle nell'aria, nel cibo, ovunque. Questo influisce sul mondo, senza contare l'uso nella tecnologia, l'energia è una presenza costante come l'aria e fa parte della vita, ma a differenza dell'aria ha una sorta di sua impronta personale; ad esempio, passare attraverso le alte concentrazioni come portali e fratture,, senza adeguata protezione, la memoria si cancella, ma la fisica insegna che nulla si crea e nulla di distrugge, ma tutto si trasforma, ecco dove vanno a finire questi ricordi? L'energia li assorbe, ne diventano parte, e chissà dove finiscono in una sorta di canale collettivo dove frammenti senza senso si mescolano, persi nel loro viaggio. Per quanto la si possa usare e controllare, l'energia ha sempre quella sua variabilità imprevista che influisce nel mondo, toglie e da, trasforma, evolve, plasma il mondo secondo un suo equilibrio.

SEZIONE IN AGGIONAMENTO CON LE SCOPERTE IN GIOCO